In evidenza

Le tre valli di Oliena. Colture e allevamenti, fatiche e produzione per secoli. Testimoni i cuiles che annodano in un circuito immaginario Lanaitho, Badde 'e Lidone e Sovana
Più di un ettaro a disposizione per chi vuole passare dei bei momenti con il proprio cane in totale sicurezza e libertà
Partendo dal caso mediatico del bambino che proposto all’Accademia della Crusca la nascita di una nuova parola, ci siamo posti il problema: quali sono i luoghi più petalosi a Cagliari? Speriamo che qualcuno di voi ci dica il suo.
Cagliari è capoluogo di sapori e odori e raccoglie in sé tutti le ricette della Sardegna. Ma questa grande ricchezza, che attira il turista e incuriosisce lo stesso cagliaritano, inizia nel mercato.
Un sentiero senza fine, in compagnia della vostra macchina fotografica, fatto di design ed eleganti facciate di palazzi che si stagliano su orizzonti infiniti di mare.
Cagliari è una città di mare dal volto colorato e fresco che si mostra sempre giovane e bella. Eppure non tutti sanno che in realtà la Città del Sole è una signora dalle origini antichissime e che il suo primo volto risale a quasi tremila anni fa.
Il percorso che vi proponiamo dura pochissimo, forse in quaranta minuti lo avrete fatto per due volte, andata e ritorno. Quello che conta, come nella vita, non sarà la meta, ma la sfumatura delle cose.
Vi consigliamo di aspettare una giornata di tardo inverno o incipiente primavera, una di quelle mattinate in cui il sole preannuncia il suo tepore, per fare il vostro ingresso nel regno ombroso del Cimitero monumentale di Bonaria.
Mettersi in gioco, abbattere i muri dei pregiudizi reciproci, imparare un mestiere e facilitare l'inserimento nel mondo del lavoro
I Centri di Esercitazione ai Metodi dell'Educazione Attiva aprono il loro Cafè Ludico, uno spazio nel quale sarà possibile fermarsi e giocare
" La montagna che unisce", appuntamento annuale del CAI Nuoro. Coinvolge i comui di Desulo, Fonni, Arzana, Villagrande. Centinaia di persone, guidate dal CAI raggiungono punta Lamarmora. Anche bambini.
Luoghi aspri e racconto vivo di pietre che parlano
Ruscelli che cercano la main street, la strada madre per ricongiungersi. Dai costoni, nel canale che dal Corr’e Boi, che scende ripido, fendendo le lacanas tra Fonni, Talana, Urzulei, verso il Supramonte di orgosolo..
Per riannodare quel filo di Arianna, nel labirinto della vita, della religiosità, del lavoro. Nella profonda campagna orotellese.
Se di primo mattino, a Lanaitho, è un muflone, con criniera d’osso al vento, ad attraversarti la mulattiera, beh, ti aspetta una giornata non comune.
Quando entri dentro vivi uno dei mondi più complessi e interessanti per il patrimonio di storia antropizzata, di natura e di ambiente del mediterraneo.
Per allontanarsi dall’autunno, durante il ponte dei Santi, un’occasione unica tra roccia e mare: Cala Gonone ed il Golfo di Orosei.
La costa nei pressi di Bosa è esposta al vento dominante di Maestrale

Archivio Vai all'Archivio