"Sant'Antoni 'e s'ou" a Mamoiada

Si rinnova una delle ricorrenze più sentite dagli abitanti, la festa in onore di Sant'Antonio Abate, nata in tempi antichissimi come rito propiziatorio per la nuova annata agraria

Marenostrum
Reporter Gold
906 Eventi pubblicati 61 Notizie pubblicate
Il 16 e il 17 gennaio a Mamoiada si rinnova una delle ricorrenze più sentite dagli abitanti, la festa in onore di Sant'Antonio Abate, nata in tempi antichissimi come rito propiziatorio per la nuova annata agraria.

I festeggiamenti avranno inizio alle 16.30 di lunedì 16 (sa die de su pesperu) con la Santa messa in onore del Santo, a cui seguirà l'accensione e la benedizione del fuoco all'esterno della Chiesa Parrocchiale.

La tradizione vuole che ciascun rione accenda il proprio falò con un tizzone preso da questo fuoco dopo la benedizione.

La popolazione si raccoglie attorno ai grandi fuochi votivi: questo è uno dei momenti di grande partecipazione sociale che si estende anche ai visitatori ai qual vengono offerti del buon vino e i dolci tipici del periodo.

Alle 14,30 di martedì 17 si potrà assistere al rito della vestizione dei Mamuthones e Issohadores presso la sede della Pro Loco in via Sardegna,
Le maschere "escono", come di dice in paese, per la prima volta nell'anno e sfileranno nelle vie del paese e balleranno attorno ai fuochi di tutti i rioni.

DOVE


collection guide
--%>